Letteratura Musica Spettacolo

Corso di laurea

Notizie dall'Ateneo

 Il corso di laurea in Letteratura Musica Spettacolo (LMS) propone lo studio dei testi letterari, musicali, teatrali, cinematografici, televisivi e radiofonici quali forme di comunicazione e dimensioni dell’immaginario moderno. Da tali forme espressive hanno origine comportamenti individuali e orientamenti sociali; la loro conoscenza consente di acquisire modelli di riferimento da passare a vaglio critico e fornisce le chiavi per una migliore comprensione del mondo, della sua storia e delle diversità culturali.

 

 L’offerta didattica di LMS si compone di un insieme coerente di discipline, ai fini di una formazione di carattere linguistico, filologico, storico, geografico. Questa formazione generale, a partire dalla conoscenza specifica della tradizione italiana, tende a sviluppare la capacità di distinzione e di interpretazione dei testi, dei loro codici e linguaggi, dei percorsi storici, degli intrecci interculturali e delle dinamiche sociali che in essi convergono e da essi scaturiscono. Lo studente può approdare, in base a scelte opzionali e a percorsi formativi differenziati, allo studio delle interferenze fra la letteratura e la musica, il cinema, il teatro, e quindi a una formazione comparatistica, letteraria e intersemiotica, e a una conoscenza complessiva del quadro moderno e contemporaneo della letteratura e delle lingue europee.

 

 La prospettiva dello studio incrociato tra le discipline letterarie e quelle dello spettacolo, sulla linea dell’integrazione dei codici, delle forme e dei punti di vista, costituisce la più autentica ragione culturale del corso di laurea. Lo studente che si iscriva a LMS, dopo un primo anno finalizzato ad apprendere i fondamenti della letteratura, della storia - per altro orientandosi liberamente alla storia moderna oppure a quella contemporanea -, della linguistica, del teatro e del cinema, personalizza il suo piano di studi del secondo e del terzo anno rendendolo consono ai propri interessi, alle letterature estere che più gli interessano e alle specializzazioni che desidera acquisire, ferma restando la conoscenza generale di ognuno degli ambiti caratterizzanti.

 

 Dei 180 CFU, circa 80 CFU sono destinati a discipline individuate dallo studente: le inclinazioni personali vengono così salvaguardate, nel quadro di un percorso formativo che garantisce molteplici approdi. Poniamo il caso di uno studente che desideri fortificare le competenze letterarie: fra secondo e terzo anno disporrà di ulteriori 18 CFU più i 12 a scelta per un totale di 30 CFU da distribuire su discipline letterarie di suo interesse, orientate ad aspetti particolari della disciplina (Letteratura e cinema, Letteratura e musica, Critica letteraria, etc.). Allo stesso modo lo studente interessato alla musica potrà affiancare agli esami di base altri corsi dotati di un taglio specifico (Drammaturgia musicale, Musica del Novecento, etc.); chi intendesse acquisire maggiori competenze nello spettacolo e nel cinema si avvarrà di insegnamenti aggiuntivi orientati alle diverse scritture per lo spettacolo non escluso l’elemento performativo (Letteratura teatrale, Il lavoro dell’attore, Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico, Analisi del film, e altro). Disponibili per tutti anche ulteriori insegnamenti di Storia, Storia dell’arte, Estetica.

 

 Il corso LMS mira a far conseguire una padronanza conoscitiva e critica nei confronti delle diverse forme di produzione estetica, sia nel loro sviluppo storico che nella fruibilità e nella sperimentazione contemporanea, con particolare attenzione alle interferenze tra codici e linguaggi, tra culture e lingue nazionali diverse, determinanti nell’attuale scenario della comunicazione culturale. E intende dare luogo a una formazione metodologica generale, spendibile nei più diversi campi professionali, dall’imprenditoria, alle istituzioni e ai servizi pubblici, oppure ad attività più orientate al mondo della comunicazione artistica e dell’industria mediatica facenti perno su una solida formazione culturale (giornalismo, editoria, gestione beni culturali).

 

 La laurea in LMS permette inoltre l’accesso, tramite prova o semplice verifica dei requisiti, a svariate lauree magistrali della Facoltà di Lettere e Filosofia: Editoria e scrittura, Filologia moderna, Musicologia, Spettacolo teatrale, cinematografico e digitale: teorie e tecniche. Le lauree magistrali cui si accede dopo LMS, in misura diversa e previo il conseguimento di crediti specifici da cumularsi fra triennio e biennio, consentono l'iscrizione alla prova d'accesso per il TFA; il percorso formativo di LMS prevede infatti l’acquisizione di una parte dei crediti necessari per l’insegnamento nelle classi letterarie della scuola secondaria di primo e secondo grado, che andranno integrati con successivi livelli di formazione. La laurea magistrale in Filologia moderna consente il conseguimento di tutti i crediti necessari per accedere all’insegnamento di materie letterarie; le altre lauree magistrali consentono comunque l'accesso all'insegnamento di discipline letterarie con l'integrazione di crediti in relazione alla classe di insegnamento prescelta, o ad altri insegnamenti. Ciò rende possibile una più libera scelta, che assecondi gli interessi degli studenti preservando loro la possibilità di accedere alla docenza.

 

In sintesi i punti di forza del cds sono:
1) la possibilità di scegliere, una volta concluso il percorso, tra numerose magistrali che consentono l'accesso a diverse classi di insegnamento (Editoria e scrittura; Filologia
moderna; Musicologia; Spettacolo teatrale, cinematografico, digitale);
2) una formazione ad ampio spettro che fornendo allo studente solide basi culturali gli consente anche di coltivare le proprie passioni e i propri interessi;
3) la possibilità di diventare operatore della cultura, dell'editoria e dello spettacolo, organizzatore di eventi, esperto di comunicazione.