Intermediari, finanza internazionale e risk management

Corso di laurea magistrale
Doppio titolo italo-belga

Laurearsi

Alla prova finale, il Corso di Laurea in Intermediari, finanza internazionale e risk management, riserva 20 cfu 
Lo studente concorda, l’argomento della tesi con un relatore (in una disciplina oggetto di
esame di profitto nel percorso magistrale), che ne segue l’elaborazione.
“La prova finale consiste nella preparazione e nella discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente, sotto la guida di uno o più docenti”, cui seguono spesso la specificazione relativa “all’approfondimento, anche tramite una ricerca empirica, di problematiche affrontate nel percorso formativo”
L’impegno richiesto allo studente deve intendersi commisurato al numero di crediti conseguibili.
Le Commissioni sono chiamate a valutare in primis la qualità del lavoro (oltre che la qualità della discussione). A tal fine, si ritiene necessario che la figura del correlatore sia prevista obbligatoriamente laddove, proprio per la qualità del lavoro, il relatore intenda proporre un incremento pari o superiore a 8 punti. Il correlatore sarà scelto dal Presidente del CCLM, dovrà essere un docente di ssd diverso da quello del relatore ed il suo nominativo dovrà essere indicato prima della firma della Commissione di laurea da parte del Preside, affinché possa essere pubblicizzato.