Ingegneria Gestionale

Corso di laurea magistrale
Doppio titolo italo-venezuelano/italo-francese

Laurearsi

La Tesi di Laurea Magistrale, assegnabile agli studenti che hanno maturato almeno 81 CFU per la Laurea Magistrale (265 per la Laurea Specialistica), prevede una durata minima di quattro mesi a tempo pieno e può essere svolta a seguito di tirocinio. 

La tesi va concordata con un docente relatore appartenente al Consiglio d'Area o da esso autorizzato. L'assegnazione avviene tramite la consegna del modulo Assegnazione Tesi MGER, compilato e firmato in tutte le sue parti, al Responsabile dell'ufficio didattica (ATTENZIONE: la richiesta deve essere inoltrata almeno quattro mesi prima dalla prima data utile tra le possibili sessioni del calendario degli esami di laurea e con 18 crediti formativi universitari mancanti, escluso i laboratori), scaricabile in allegato.

La Tesi di Laurea Magistrale consiste nello svolgimento di una Tesi, teorica, sperimentale e/o progettuale sulle tematiche caratterizzanti il Corso di Laurea Magistrale, da svilupparsi sotto la guida di un docente appartenente al Consiglio didattico relativo, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, aziende, centri di ricerca operanti nel settore di interesse. L'impegno richiesto è di 18 cfu. A richiesta dello studente, i crediti attribuiti ad attività di tirocinio e di laboratorio possono essere maturati in attività coordinate con quelle di preparazione della Tesi. Il Regolamento del Corso definisce i criteri di valutazione della Tesi e le linee guida per la determinazione del voto di Laurea, prevedendo, in particolare, il massimo scostamento consigliato tra media nelle votazioni di esame e voto di laurea.

 

Linee guida per la determinazione del voto di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale

Il voto di Laurea Magistrale è pari a A+B+C, ove:

A   è la media espressa in centodecimi conseguita dal laureando;

B   è il punteggio attribuito in relazione al periodo di completamento degli esami, secondo la seguente regola:

  • B = 2  se lo studente ho superato tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi entro il secondo anno di corso,
  • B = 0  altrimenti

C   è il punteggio attribuito in sede di prova finale (discussione della tesi di Laurea Magistrale) dalla Commissione di Laurea; può variare da 1 a 8.

La lode viene attribuita al laureando che raggiunge un punteggio complessivo A+B+C almeno pari a 113 su 110.

Si osservi che:

  • la media espressa in centodecimi si ottiene approssimando all’intero più vicino il valore che si consegue moltiplicando per 11/3 la media pesata (con i crediti) espressa in trentesimi
  • per il calcolo della media le votazioni pari a 30 e lode sono valutate pari a 31;
  • in caso di esami superati presso altre università italiane o estere con votazione espressa secondo una scala diversa da quella in trentesimi, i voti sono convertiti in trentesimi sulla base di apposite tabelle di conversione;

 

Si noti che, qualora lo studente abbia seguito un percorso di studi abbreviato, potrà essere definita una specifica procedura di calcolo della media.

OSSERVAZIONI RELATIVE AL PUNTEGGIO B:

Per conseguire B=2:

  • Gli studenti, che si sono immatricolati nell’ a.a. 2009/2010 alla Laurea Magistrale, devono aver verbalizzato tutti gli esami previsti dal proprio Piano di Studi entro l’ultimo appello d’esame previsto per l’a.a. 2010/2011 (appello straordinario di Aprile 2012);
  • Gli studenti, che si sono immatricolati nell’ a.a. 2010/2011 alla Laurea Magistrale, devono verbalizzare tutti gli esami previsti dal proprio Piano di Studi entro Febbraio 2013;
  • Gli studenti, che si sono immatricolati nell’ a.a. 2011/2012 alla Laurea Magistrale, devono verbalizzare tutti gli esami previsti dal proprio Piano di Studi entro Febbraio 2014.